L’Unione degli Universitari Palermo celebra il suo ottavo Congresso

Al centro le discussioni sul diritto allo studio ed i rapporti con l’amministrazione e le altre realtà

 

 

Nella cornice dei Cantieri Culturali della Zisa, presso la sala dedicata a Michele Perriera, si è svolto Sabato 25 novembre l’ottavo congresso dell’UDU Palermo – Unione degli Universitari, il sindacato studentesco presente da oltre 15 anni nell’ateneo palermitano.

Il momento assembleare si è aperto al mattino intorno alle 10.00 con l’assegnazione delle deleghe ai partecipanti e del badge di invitato ai vari ospiti che hanno riempito i lavori nella fase mattutina.
Hanno partecipato – con un “question-time” che ha consentito un dibattito vivace e intenso – il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo prof. Fabrizio Micari ed il commissario straordinario dell’ERSU Palermo dott. Roberto Rizzo. I temi trattati sono stati diversi: dai problemi del collegio San Rocco alla spinosa questione del parcheggio a pagamento all’interno della Cittadella universitaria, passando anche dai poli distaccati di Agrigento, Trapani e Caltanissetta.

A nome dell’amministrazione comunale è intervenuta, infine, l’assessore alle Politiche Giovanili, Scuola, Lavoro, Salute, del Comune di Palermo Giovanna Marano, sottolineando come il sindacato studentesco sia riuscito ad incidere sull’azione dell’Amministrazione palermitana tramite proposte ed eventi importi per la città e i giovani.
Sono intervenute, altresì, le associazioni PYC, ARCI, Leaf, il Coordinamento Palermo Pride e CEIPES, che hanno arricchito la visione degli studenti ed augurato un buon lavoro ai nuovi dirigenti.
Folta anche la delegazione della CGIL regionale e provinciale – presente con numerose categorie (Fillea, Spi, Nidil) – che ha rinnovato l’importanza del sindacato come patto intergenerazionale e di memoria storica in un tessuto sociale sempre più disgregato.

A rappresentare ancor di più la confederalità all’interno dell’UDU sono intervenuti anche i rappresentanti dei sindacati studenteschi delle altre città, come Padova, Messina, Napoli, e della coordinatrice dell’UDU nazionale Elisa Marchetti.  A questi si sono poi aggiunti anche i rappresentanti della Rete degli Studenti Medi Palermo, Sicilia e nazionale.

Terminati gli interventi degli invitati, i membri dell’associazione sono intervenuti per spiegare la propria visione del sindacato studentesco ed offrendo molti spunti ai futuri dirigenti.
La proposta del coordinatore uscente, Fabrizio Lo Verso, di eleggere Marco Campagna – studente di 22 anni, del terzo anno di Ingegneria Meccanica, già Responsabile Organizzazione e candidato al Consiglio di Amministrazione dell’Università – come nuovo coordinatore di ateneo dell’UDU Palermo ha riscontrato l’unanimità della platea dei delegati.

Il nuovo coordinatore ha esortato l’associazione nel continuare e migliorare il lavoro fatto, sottolineando come sia essenziale l’armonia che lega i membri dell’associazione che si rivedono nel Sole che splende sul suo simbolo.
Come Responsabile Organizzazione è stato eletto Davide Patricolo, studente di 21 anni di Scienze della Comunicazione e già coordinatore dell’UDU-Ingegneria.
L’assemblea ha poi approvato il documento politico e il Coordinamento di Ateneo: espressione collegiale che rappresenta i vari coordinamenti di facoltà dell’associazione.

Sono, infine, stati eletti come Presidente e Collegio dei Garanti, Angelo Nuzzo, Fabrizio Lo Verso e Filippo Fenech.

 

Sarà un anno pieno di interessanti appuntamenti dal punto di vista universitario e l’UDU Palermo è pronta per affrontarli dopo essersi rinnovata al proprio interno.